Hattusha vent'anni dopo

3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
Creato il: 10/12/2010
Data Da: 04/01/2009
Data A: 04/01/2009
Pubblicato: Si
Licenza: No
Nazioni: Turkey
Località principale: bogazkale
Posti visitati: Sungurlu, Yazilikaya, Hattusha
Parole chiave: pullman, Hittiti

 

 

La notte è stata piuttosto dura. Di prima mattina è saltata anche la corrente e si è spenta la stufa, di conseguenza il freddo si è fatto sentire. Andiamo a far colazione nella calda casa di Mustafà e decidiamo di cambiare programma. La situazione non consente di pernottare ancora una notte in questo albergo.

Di mattina andiamo a visitare, accompagnati da un ragazzo curdo, le rovine di Hattusha, il cui ingresso è a 500 metri dall'albergo. Andiamo a piedi, anche se purtroppo pioviggina e fa freddo.

L'antica capitale hittita è molto più estesa di quanto non me la ricordassi (ci eravamo stati più di 20 anni fa), circondata da una lunghissima cerchia di mura. Gran parte dei ruderi è coperta dalla neve, comunque riusciamo a vedere la grande pietra verde, la porta dei leoni, il tunnel, la porta del re...

A fare il giro ci mettiamo poco più di due ore. Le condizioni atmosferiche non ci fanno godere appieno del paesaggio che con il sole o, quantomeno senza pioggia, sarebbe bellissimo.

Con un taxi raggiungiamo i templi rupestri di Yazilikaya, con le teorie di divinità maschili e femminili scolpite nella roccia, come il dio spada, il dio della tempesta Teshup, la dea Arinna e il sovrano Tuthaliya. Solo questi santuari valgono il viaggio fin qui.

L'amico curdo (ci dice che fa il disegnatore di cocci e che lavora d'estate per la missione italiana dell'Università di Torino) ci conduce poi a visitare una cooperativa per la rivendita di tappeti dove un altro curdo ci offre del tè e cerca senza successo di venderci un tappeto. Ci racconta che i tappeti vengono tessuti dalle donne nelle case e che i fondi per l'acquisto dei telai sono stati trovati dall'archeologo italiano Marcello Sesi.

Pranziamo in un'umilissima locanda nel centro di Bogazkale: insalata, spezzatino e tè.

Rientriamo quindi in albergo per prendere i bagagli. Nel bagno della stanza si è perfino ghiacciata l'acqua del secchio che Mustafà ci aveva preparato.

Con un dolmuÅ� in 25 minuti raggiungiamo la cittadina di Sungurlu (80 lire) e lì prendiamo un comodissimo pullman per Ankara (20 lire a biglietto, autolinee Lider). In tre ore raggiungiamo Ankara. Con la metro scendiamo a Maltepe, nei pressi della stazione ferroviaria, dove riusciamo a farci cambiare i biglietti del treno, originariamente previsti per il giorno successivo. Come al solito, lasciamo i bagagli nel deposito a sportello automatico e andiamo a cenare in una locanda (Özel Urfa) nei pressi della statua di Ataturk. Buona ed economica: kebab, yougurt, insalata e per finire künefe con pistacchio.

Rifacciamo un chilometro e mezzo a piedi e con poco anticipo saliamo nei vagoni letto dell'Ankara Express.

 

 

 

 

Immagini associate

1. Bogazkale. Tubature ghiacciate
1. Bogazkale. Tubature ghiacciate
2. Bogazkale
2. Bogazkale
2. Bogazkale
2. Bogazkale
2. Bogazkale
2. Bogazkale
2. Bogazkale
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
3. Bogazkale. Le rovine dell'antica Hattusha
4. Bogazkale. Il santuario rupestre di Yazilikaya
4. Bogazkale. Il santuario rupestre di Yazilikaya
4. Bogazkale. Il santuario rupestre di Yazilikaya
4. Bogazkale. Il santuario rupestre di Yazilikaya
4. Bogazkale. Il santuario rupestre di Yazilikaya
4. Bogazkale. Il santuario rupestre di Yazilikaya
4. Bogazkale. Il santuario rupestre di Yazilikaya
4. Bogazkale. Il santuario rupestre di Yazilikaya
4. Bogazkale. Il santuario rupestre di Yazilikaya
5. Bogazkale. Curdo
5. Bogazkale. Curdo
6. Bogazkale. Pranzo
6. Bogazkale. Pranzo
6. Bogazkale. Saadet Partisi
7. Sungurlu. Pullman
7. Sungurlu. Uomo Ragno
8. On the road
9. Ankara. Metropolitana
_08_Turchia_2009_4_gennaio
_19_Turchia_2009_4_gennaio

Memo Associati


Cooperativa Arinna

Adem, Kadir, Abdullah
Yazilikaya yolu üzeri 10
Tel. 0 364 452 22 91
Bogazkale Çorum
Tappeti turchi fatti a mano

transports

Hattusha - Servizio taxi

Murat Bekfa�
www.hattusastaxi.com
hattusastaxi@hotmail.com
0 535 389 10 80
Bogazkale Çorum