Porto

025. Porto. L'antico quartiere dietro la stazione Sao Bento
Creato il: 22/02/2011
Data Da: 26/12/2010
Data A: 29/12/2010
Pubblicato: Si
Licenza: Creative Commons License
Nazioni: Portugal
Località principale: oporto
Posti visitati: Vila Nova de Gaia, Cantine Sandeman, Ribeira
Parole chiave: barcos rabelos, don, George Sandeman, vino Porto, fiume Douro

26 dicembre 2010

Partenza ore 14,30 volo Tap. Arrivo a Porto nel tardo pomeriggio. All'aeroporto ci accoglie un grande cartellone con l'immagine del Don, in mantello e cappello nero, che lo scozzese George Sandeman fece disegnare nel 1870 quando diede avvio alla produzione del Porto su scala industriale, rendendolo famoso nel mondo.

Con il trenino raggiungiamo il centro e l'albergo Residential dos Alliados in un vecchio edificio liberty. Minimale ma piacevole, solo un po' freddo. Alla reception la signorina si raccomanda con ognuno di noi di non fare il bucato e di non portare amici in camera.

Partecipiamo alla camminata che precede la corsa stracittadina di dieci chilometri.

Cena al Café Guarany, storico locale con coloratissimi murali raffiguranti degli indios. Primo incontro con la cucina portoghese, a base di baccalà. Ottime le crèpes al cioccolato con la chantilly.

 

27 dicembre 2010

Passeggiata verso l'antico quartiere di Ribeira, sulle rive del fiume Douro.

Acquistata borsa Eastpak in una cartoleria storica. Visita di un'antica libreria storica (Chaminé da Mota), dove l'oggetto più recente è un registratore di cassa ancora in uso, inizio Novecento).

Scendendo lungo le ripide stradine lastricate di ciottoli, raggiungiamo il fiume costeggiato dalle tipiche casette colorate, costellate di azulejos. Ci fermiamo di fronte a un  vecchio jukebox adattato per i CD e il proprietario di un baretto, Capelho, ci intona un fado.

Pioviggina. Attraversiamo a piedi il ponte Don Luis I, a due piani, costruito sullo stile lanciato a Parigi da Eiffel, e in pochi minuti raggiungiamo l'insediamento di Vila Nova de Gaia sull'altra sponda.

Lungo le rive sono attraccati barcos rabelos, le imbarcazioni utilizzate in passato per il trasporto del vino, conservato nelle botti affastellate in coperta.

Esploriamo i vicoli tra le cantine del Porto. La cantina Cockburn, molto bella, purtroppo non è visitabile. Pranziamo in una bettola accanto al mercato (Toca do Coelho): riso con verdure, zuppa, crocchette di baccalà, polpo e vino verde molto leggero un po' frizzante. Uno dei migliori pranzi della vacanza.

Diluvia. Acquistiamo bottigliette di Porto e rovistiamo tra gli scaffali di un rigattiere. Jerome compra un sale e pepe a forma di aereo, io alcune tazzine di caffè. Non può mancare la sosta in una cantina adibita a museo, scegliamo Sandeman (http://www.sandeman.eu/homepage/en) che prevede anche una degustazione finale con due assaggi di Porto. Apprendiamo qualcosa sui diversi tipi di Porto (bianco, ruby, tawny e vintage).

Riattraversiamo il ponte Don Luis I lungo l'arcata superiore e torniamo a Ribeira.

Prima di rientrare in albergo, visitiamo la libreria liberty Lello, fondata nel 1906, con le splendide vetrate colorate e l'arredamento in legno intarsiato.

Cena da O Bom Talher: le specialità sono trippa e pesce; cozido à portuguesa, vitela assada, rojoes a moda do minho, bacalàu à libertade, filetes de polvo, peixes fresco.

Sosta al Guarany prima di andare a letto. Piove.

 

28 dicembre 2010

Piove ancora. Ci dirigiamo nuovamente verso Ribeira attraverso una strada alternativa. Nei pressi dell'edificio della Borsa, prendiamo un caffé in un ex mercato diventato centro culturale, all'interno di una splendida struttura rossa in ghisa.

Visitiamo quindi la chiesa di San Francesco con interno barocco e annesse catacombe.

Con il tram storico ancora in uso in una ventina di minuti raggiungiamo Foz, la foce del Douro, dove la corrente del fiume si scontra con il mare in tempesta che incombe sul faro. Onde alte si infrangono anche sulle rocce tra le spiagge. Piove, fa freddo e tira vento. Acquistiamo cappelli e ombrelli in un emporio cinese, immancabilmente aperto.

Pranziamo in una locanda per operai (Restaurante "O Refugio") nell'unica parte vecchia del paese: zuppa di legumi, pesce bollito con patata e verza.

Con l'autobus 203, sempre sotto la pioggia, raggiungiamo la Fondaçao de Serralves (http://www.serralves.pt/), un museo d'arte contemporanea con esposizioni temporanee progettate dall'architetto Alvaro Siza. Notevole lo splendido parco che la circonda.

Ancora con l'autobus torniamo al centro verso la Casa della Musica. Da lì, prendiamo per rua de Bombarda, fiancheggiata da atelier di artisti e murales.

Ceniamo in un ristorantino segnalato dalla Routard, servizio molto lento, la cena l'abbiamo rimossa (Solar Moinho do Vento, Rua de Sa Noronha 81).

Sosta al Guarany prima di andare a letto.

 

29 dicembre 2010

Non possiamo lasciare Porto senza effettuare la gita in barca attraverso i sei ponti sul Douro. (50 minuti, 10 euro a biglietto, imbarco a Ribeira).

Prima di recuperare la valigia, visitiamo la cattedrale e l'antico quartierino dietro la stazione liberty di Sǎo Bento. Da non perdere la pasticceria barocca a Serrana. Sui palazzi, dovunque, pendono dai balconi bandiere portoghese ed immagini del bambinello come augurio per le feste natalizie.

Pranziamo da McDonald Imperial, con vetrate liberty e un'aquila gigantesca che sovrasta l'ingresso. Nell'Avenida dos Alliados poster giganteschi inneggiano ai candidati delle Presidenziali del 2011.

Recuperiamo i bagagli in hotel e dalla stazione Sǎo Bento prendiamo il treno per una fermata fino a Campanha e poi l'intercity per Lisbona.

Arriviamo alla Stazione Apollonia di Lisbona in poco più di tre ore. Con due fermate di metro raggiungiamo Baixa-Chado e l'Hotel Borges, in un vecchio edificio in Rua Garrett, la strada dello shopping, accanto al caffe Brasileira, di fronte al quale il vecchio Pessoa siede su una  panchina.

Acquisti di Fado alla FNAC, breve passeggiata nei dintorni dell'Hotel e cena in una locanda lisbonese (Estibordo) nel Bairro Alto: riso e frutti di mare, carne. Piccoli antipastini.

Immagini associate

001. Porto. In metro
002. Porto. Avenida dos Alliados
003. Porto. Verso Ribeira
004. Porto. Libreria Chaminé da Mota
004. Porto. Libreria Chaminé da Mota
005. Porto. Ponte Don Louis I
005. Porto. Ribeira
005. Porto. Ribeira
005. Porto. Ribeira
005. Porto. Ribeira
005. Porto. Ribeira
005. Porto. Ribeira
005. Porto. Ribeira
005. Porto. Ribeira
005. Porto. Ribeira
005. Porto. Ribeira
005. Porto. Ribeira
006. Vila Nova de Gaia
006. Vila Nova de Gaia
006. Vila Nova de Gaia
006. Vila Nova de Gaia
006. Vila Nova de Gaia
006. Vila Nova de Gaia
006. Vila Nova de Gaia
006. Vila Nova de Gaia
006. Vila Nova de Gaia
006. Vila Nova de Gaia
006. Vila Nova de Gaia
006. Vila Nova de Gaia
006. Vila Nova de Gaia
006. Vila Nova de Gaia
006. Vila Nova de Gaia
006. Vila Nova de Gaia. Tana do Coelho
006. Vila Nova de Gaia. Tana do Coelho
006_Portogallo_2010-20
007. Porto. Ponte Don Louis I
008. Porto. Ribeira
008. Porto. Ribeira
008. Porto. Ribeira
008. Porto. Ribeira
009. Porto. Libreria Lello
009. Porto. Libreria Lello
009. Porto. Libreria Lello
009. Porto. Libreria Lello
009. Porto. Libreria Lello
010. Porto
011. Porto. Cucina portoghese
011. Porto. Cucina portoghese
011. Porto. Cucina portoghese
011. Porto. Cucina portoghese
011. Porto. Cucina portoghese
012. Porto. Azulejis al Bon tahler
013. Porto. Stazione Sao Bento
014. Porto. Tram
015. Foz
015. Foz
015. Foz
015. Foz
015. Foz
016. Foz. Cucina portoghese
016. Foz. Cucina portoghese
017. Porto. Fondacao de Serralves
017. Porto. Fondacao de Serralves
017. Porto. Fondacao de Serralves
017. Porto. Fondacao de Serralves
017. Porto. Fondacao de Serralves
017. Porto. Fondacao de Serralves
017. Porto. Fondacao de Serralves
017. Porto. Fondacao de Serralves
017. Porto. Fondacao de Serralves
018. Porto
018. Porto
018. Porto
018. Porto
019. Porto. Chiesa di San Francesco
019. Porto. Chiesa di San Francesco
020. Porto. Don
021. Porto. Lungo il Douro
021. Porto. Lungo il Douro
021. Porto. Lungo il Douro
021. Porto. Lungo il Douro
022. Porto. Ribeira
022. Porto. Ribeira
023. Porto. Cattedrale
024. Porto
024. Porto
025. Porto. L'antico quartiere dietro la stazione Sao Bento
025. Porto. L'antico quartiere dietro la stazione Sao Bento
025. Porto. L'antico quartiere dietro la stazione Sao Bento
025. Porto. L'antico quartiere dietro la stazione Sao Bento
025. Porto. L'antico quartiere dietro la stazione Sao Bento. Pastelaria A Serrana
025. Porto. L'antico quartiere dietro la stazione Sao Bento. Pastelaria A Serrana
025. Porto. L'antico quartiere dietro la stazione Sao Bento. Pastelaria A Serrana
025. Porto. L'antico quartiere dietro la stazione Sao Bento. Pastelaria A Serrana
026. Porto. Mc Donald's
027. Porto. Cartelloni per le elezioni presidenziali
027. Porto. Cartelloni per le elezioni presidenziali
028. Porto. Residential dos Alliados
029. Porto. Avenida dos Alliados. Albero di Natale
029. Porto. Avenida dos Alliados. Albero di Natale
029. Porto. Avenida dos Alliados. Albero di Natale
029. Porto. Avenida dos Alliados. Albero di Natale
034_Portogallo_2010-20
055_Portogallo_2010-20
061_Portogallo_2010-20
091_Portogallo_2010-20
094_Portogallo_2010-20
096_Portogallo_2010-20
117_Portogallo_2010-20
127_Portogallo_2010-20
206_Portogallo_2010-20
213_Portogallo_2010-20
30. Porto. Cucina portoghese

Memo Associati

accomodation

Residential dos Alliados
Rua Elisio de Melo 27-2, Porto, Portugal
http://www.residencialaliadosporto.com/
In posizione strategica. Economico.

food

Café Guarany
Avenida dos Aliados Nº 89/85, Porto 4000-066, Portugal
Telefone: 223321272 / Fax: 222002710
E-mail: guarany@mail.telepac.pt
http://cafeguarany.com

food

Restaurante O Bom Talher
Rua Comércio do Porto, 67

food

Restaurante "O Refugio" di Silvia Isabel de Sousa Nunes Pinto
Rua Senhora da Luz, 71.
Economicissimo